Polizza tutela legale – Come funziona la nuova garanzia assicurativa per assoenologi

Polizza tutela legale – Come funziona la nuova garanzia assicurativa per assoenologi

Per ottenere uno spettro ampio e completo di protezione, ecco che interviene la clausola accessoria Tutela Legale. Si tratta di un plus, che consente a chi lo sottoscrive di ottenere una difesa a 360°, cioè una vera e propria difesa in sede legale che non si concentra solo sull’indennità economia, ma comprende ogni azione e reazione in sede legale e stragiudiziale, idonea a difendere anche la reputazione professionale dell’interessato.

Riportiamo l'articolo di Anna Fasoli pubblicato dalla rivista mensile L'Enologo nel mese di maggio 2013

 
 
La tutela legale: il perché della novità in dieci punti
 
Cercherò di “smettere i panni” dell’assicuratrice per calarmi, quanto più possibile, in un approccio concreto a un tema forse non semplicissimo per voi che da tempo seguite le iniziative di Assoenologi. Vi starete chiedendo come mai, giunti al settimo anno di questo sodalizio che vede unita una Compagnia Assicurativa con una associazione di categoria prestigiosa e da sempre impegnata per migliorare la protezione dei propri rappresentati, sia stata introdotta una novità così importante come la clausola accessoria Tutela Legale.
Ebbene la ragione non è una, bensì sono persino dieci. Vediamole punto per punto
 
1.Fino a dove arriva la Rc Professionale
Come sapete ormai dal passato, la polizza RC Professionale tutela chi la sottoscrive dagli effetti patrimoniali di danni cagionati a terzi nell’esercizio delle proprie mansioni lavorative. Recita l’articolo 1917 del Codice Civile sulla Assicurazione della Responsabilità Civile: “Nell'assicurazione della responsabilità civile l'assicuratore è obbligato a tenere indenne l'assicurato di quanto questi, in conseguenza del fatto accaduto durante il tempo dell'assicurazione, deve pagare a un terzo, in dipendenza della responsabilità dedotta nel contratto. Sono esclusi i danni derivanti da fatti dolosi
[c.c. 1229, 1900, 1905, 2952; c.n. 798, 1010]”. 
 
2. Indennità non significa anche Tutela Legale
Indenne significa, in pratica, che la Rc Professionale sposta sulla compagnia di assicurazione il costo monetario, il detrimento patrimoniale che serve a risarcire quel danno. Ed è questo il punto: il danno quantificato economicamente. Entro tale voce (come dirò nel punto 3), rientrano anche le spese legali (anche se, come vedremo, per una parte definita). Ma attenzione: il concetto di spese legali non coincide esattamente con quello di tutela legale. Ciò che cambia è la prospettiva di analisi. E mi spiego subito: con la copertura offerta dalla RC professionale, periti e legali della Compagnia intervengono avendo come interesse preciso quello di valutare il danno patrimoniale. Esulano invece da tali accertamenti le azioni eventualmente necessarie per indagini che servano al professionista a resistere in giudizio o instaurare a propria volta un’azione a difesa della propria reputazione professionale. Dunque per difendere la propria immagine è necessario avere sottoscritto la clausola accessoria Tutela Legale.
 
3.Senza Tutela Legale, spese coperte solo per un quarto della somma assicurata
Il problema è poi anche quantitativo. Qualora l’enologo o l’enotecnico stipuli soltanto la copertura RC professionale, ai sensi dell’ articolo 1917 comma terzo del Codice Civile: “Le spese sostenute per resistere all'azione del danneggiato contro l'assicurato sono a carico dell'assicuratore nei limiti del quarto della somma assicurata. Tuttavia, nel caso che sia dovuta al danneggiato una somma superiore al capitale assicurato, le spese giudiziali si ripartiscono tra assicuratore e assicurato in proporzione del rispettivo interesse”. E considerati oggi i costi di studi legali, atti difensivi, procedure, per non parlare delle lungaggini giudiziali e delle cifre stratosferiche che vengono domandate per i risarcimenti, il conto si fa presto… salatissimo.
 
4.Protetti a spese della Compagnia (entro il massimale previsto)
Per ottenere tale spettro ampio e completo di protezione, ecco che interviene la clausola accessoria Tutela Legale. Si tratta di un plus, che consente a chi lo sottoscrive di ottenere una difesa a 360°, cioè una vera e propria difesa in sede legale che non si concentra solo sull’indennità economia, ma comprende ogni azione e reazione in sede legale e stragiudiziale, idonea a difendere anche la reputazione professionale dell’interessato. 
 
5.La Tutela Legale comprende anche perizie di parte
Grazie a questa copertura accessoria, non solo potrete nominare un legale da voi scelto, di fiducia ma anche disporre di un perito di parte che assicuri l’attenta prospettiva del vostro interesse specifico, in ogni fase e passaggio della pratica. In gioco non c’è solo l’aspetto patrimoniale contabile, ossia il  “pagamento” del risarcimento di un danno cagionato, ma anche quel patrimonio immateriale, costituito dal proprio nome, dalla rispettabilità. E noi assicuriamo anche questo!
 
6.La responsabilità non è sempre e solo riconducibile alle proprie azioni soggettive
Chi esercita come enologo o enotecnico da tempo lo sa: non si è responsabili solo per le conseguenze immediate di ciò che si fa (o si omette) in prima persona, se da queste scelte si ingenera un danno a terzi. Oggi la catena produttiva-distributiva è talmente complessa che una “svista” ha potere di determinare effetti anche a lunga distanza. 
Pensiamo al caso in cui un soggetto terzo assaggi un vino contaminato a causa di un errore che l’azienda vitivinicola, presso cui ha prestato consulenza l’enologo o l’enotecnico, riferisce ad una sua mancanza. O ancora a quello di una cantina che abbia immesso sul mercato un vino alterato, a causa di un errore dell’enologo o dell’enotecnico e che questo vino venga acquistato da un terzista, che dovrà disfarsene. Ebbene, in concreto, soltanto qualora l’enologo o l’enotecnico abbia sottoscritto la garanzia accessoria Tutela Legale, potrà decidere, senza spese aggiuntive, di nominare un perito da lui scelto, un legale di sua fiducia, specialisti che si muoveranno nel procedimento con attenzione specifica agli interessi dell’assicurato, consigliandolo, eventualmente, non solo sulla linea da seguire per resistere in giudizio, ma a promuovere a sua volta una causa di risarcimento danni. 
 
7.Danno di reputazione = danno economico
Che cosa determina oggi il successo professionale di un enologo o di un enotecnico? La sua reputazione. Conteso tra le aziende vitivinicole migliori, asso nella manica segreto, questa figura è capace, con le proprie scelte, di far risplendere una produzione, scalzando la concorrenza. Così l’enologo o l’enotecnico costruisce la propria firma attorno a quel mix perfetto di istinto e competenza professionale, che diviene il primo e più longevo dei suoi patrimoni. E come tutte le cose preziose va tutelato. La clausola accessoria Tutela Legale diventa un validissimo aiuto.
 
8.Quando dal danno insorgono consegue penali
Rilevanza ancora più forte ha la garanzia Tutela Legale nel caso di imputazioni penali, che pesano sulla reputazione del professionista in maniera pesantissima già dalla loro formulazione, a prescindere dal corso del processo (di solito con lungaggini estenuanti). La lesione di immagine rischia di diventare a volte persino invalidante, impendendo all’enologo di continuare la propria professione. In questi frangenti, la possibilità di avvalersi di un legale di propria fiducia, di un perito di parte nominato secondo il proprio volere, allevia non solo la tensione emotiva e psichica, ma garantisce anche una migliore definizione della controversia.
 
9.Le cause di liti più frequenti espressamente comprese nell’azione della clausola accessoria Tutela Legale
Sono anni ormai che nei tribunali, come nei contenziosi che si risolvono stragiudizialmente, emergono con chiarezza quali siano le cause più frequenti di liti Se la polizza RC Professionale ha ad oggetto, come si è spiegato, il trasferimento delle conseguenze patrimoniali del danno cagionato a terzi dall’assicurato alla Compagnia di Assicurazione, esulano dal suo spettro di azione alcune tematiche ricorrenti, che sono state dunque ricomprese espressamente nel raggio d’azione della clausola accessoria Tutela Legale. 
Il riferimento esplicito è duplice e coinvolge le controversie connesse alla locazione e/o proprietà dei locali dove l’enologo o l’enotecnico eserciti la propria attività professionale e alle controversie individuali relative ai propri dipendenti.
 
10.E se non bastasse…
E se tutte queste argomentazioni non vi bastassero, scegliete di sottoscrivere la clausola accessoria Tutela Legale perché vi fidate di chi l’ha scelta per voi: la Compagnia che protegge i vostri interessi da oltre sette anni di concerto con la grande associazione che vi raccoglie e ha lavorato per ottenere un prezzo davvero favorevole: solo 50 € all’anno.

ARTICOLI CORRELATI

2016-11-23T10:51:34+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto