Che pizza!

Che pizza!

 Si è appena concluso a Parma, il 17 aprile, il 22° campionato mondiale della Pizza. Gli “atleti” in gara si sono misurati nella specialità freestyle e larghezza, facendo letteralmente volare e danzare acqua e farina.

 

Così uno dei comparti più forti per immagine e tradizione ha voluto festeggiare questo cibo così amato, che solletica palati in tutto il globo e fa muovere capitali mica da scherzo.

10 miliardi il fatturato prodotto in Italia,  oltre 250mila addetti e 50mila pizzerie aperte. La richiesta di personale specializzato non conosce crisi così come il consumo pro capite. Gli italiani, con 7,6 chilogrammi di pizza l'anno pro-capite, si piazzano secondi nella classifica mondiale dei consumi; al primo posto gli americani con 13 chili.

Intanto, in Italia come all’estero, le occasioni di business si moltiplicano. Importante certo muoversi sempre con un buon business plan di partenza, un’analisi della zona e dei concorrenti presenti, tenersi aperti alle possibili strade offerte dalla Rete anche per le consegne a domicilio e… naturalmente, non lanciarsi nell’impresa senza una …copertura assicurativa pensata apposta e su misura per la vostra impresa! 

ARTICOLI CORRELATI

2016-11-23T10:51:34+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto