Sono molte le notizie che arrivano dal settore agroalimentare, grazie a un’importante ricerca condotta da Nomisma , con Cattolica Assicurazioni, Federunacoma e L’Informatore Agraria, presentata a Bologna in occasione di Eima.

Ma non tutte rosee. Se è vero che tra il 2008 e il 2013 il settore agroalimentare ha infatti assistito a un calo occupazionale totale del 6%, ma con dati particolarmente preoccupanti soprattutto legati ai lavoratori sotto i 24 anni, si apre uno spiraglio nuovo riguardante le donne.

In questo tipo di ambiente familiare, dove comunque l’ereditarietà è stata determinante per il 77,2%, si sta facendo largo, infatti, una schiera di neofiti (22,7%) costituita prevalentemente da donne, la maggior parte delle quali laureate.

Un segnale, si spera, di un nuovo modo di guardare alla terra e…al futuro!