A Roma, nel corso del convegno “Alimenta il Pil”, che si è tenuto a metà febbraio all’Università Luiss, il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi, ha rilanciato l’idea di sostituire in futuro il  ministero delle Politiche agricole con un hub, un vero e proprio centro nevralgico per lo sviluppo dell'agroalimentare.

L’agroalimentare come motore reale del futuro, insomma. I dati dettano la strada: oggi il valore dell'agronetwork nel suo insieme, è pari al 15% del Pil. Più di qualunque settore privato dunque.

Secondo una ricerca condotta dalla Luiss, è stato illustrato n progetto  «eco-sistema» capace di unire agricoltura, industria e servizi per potenziare l'offerta agroalimentare made in Italy, l'internazionalizzazione e lo sviluppo dell'ecosistema e competitività del territorio. 

Puntando naturalmente sulla tutela della salute, che passa attraverso i controlli, le certificazioni e tutta una serie di procedure capaci di garantire la qualità e la provenienza. Perché davvero mai come oggi noi siamo ciò che mangiamo!

 

http://www.luiss.it/evento/2013/02/12/alimenta-il-pil-lo-sviluppo-competitivo-dellagronetwork-agricoltura-industria-serv