Si chiama “Crescere in digitale” il progetto presentato all’inizio di luglio in collaborazione tra Coldiretti, Google e ministero del Lavoro e per stimolare un trend già positivo, quello dell’occupazione in agricoltura.

Gli ultimi dati Istat evidenziano un aumento del 2,2% in Italia, con un +3,3% nel Mezzogiorno. Ma c’è spazio, ancora, e molto. Soprattutto per stimolare l’ingresso dell’informatizzazione nel business agricolo.

Così, spiega il programma, saranno a breve assunti oltre 100 agriweb advisor. Ogni provincia ne avrà uno. Si tratta di  giovani, formati da Google, il cui compito consisterà nel favorire e stimolare la diffusione dell’innovazione nelle filiere agroalimentari. Come? C’è solo l’imbarazzo della scelta: applicazioni robotica, etichette digitali, droni, valorizzazione degli scarti, riduzione delle emissioni, ma anche sviluppo di siti internet, commercio elettronico e  social media.

E le aziende guidate dagli under 35 si stanno sempre più indirizzando verso nuove formule.