La ricca estate del vino italiano

La ricca estate del vino italiano

Mentre si combattono le frodi, la campagna si fa generosa e regala 48,9 milioni di ettolitri di produzione. Con questi numeri l'Italia batte la Francia di misura.

Se la stima della UE è 163,8 milioni di ettolitri, spetta all'Italia il primato quest'anno, superando i cugini d'Oltralpe con 48,9 milioni contro 46,6. I cugini spagnoli seguono in terza posizione con 36,6.

Eppure, com ha fatto notare Assoeologi, in una cosa ancora abbiamo da imparare (dai francesi) ed è la capacità di fare marketing sul brand, quello legato soparttutto al territorio. Come? Unendosi. Perchè, in questo settore più che mai, è vero che l'unione fa la forza e solo l'appartenenza innesca il circolo virtuoso che trasmette, con il gusto, e la cultura del bere, anche il giusto "mood". 

Una forza che, però, mostra anche il fianco alla maggiore debolezza: quella di essere contraffatti. Le frodi sono tante, tantissime, troppe. Ma anche i controlli, finalmente, sono tanti, tantssimi e mai troppi. E diventano ormai internazionali. Soprattutto quando da proteggere sono i Dop e Igp che fanno parte del nostro magnifico patrimonio agroalimentare. Così è nato Opson (da 'ópson', cibo in greco antico) all'interno dell'Interpool, un programma per sensibilizzare le forze di polizia sul tema della contraffazione agroalimentare. I paesi aderenti sono ben 57 e coordinano  operazione come la recente "Vin-Dansk", che ha permesso di identificare una ditta del veronese che qualificava falsamente come prodotto con le uve tipiche della Valpolicella (Corvina e Rondinella) un vino rosso generico per poi rivenderlo all'estero, in Danimarca. Oltre 19.000 bottiglie di vino sequestrate ed è scatta la denuncia per frode. 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

2016-11-23T10:51:14+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto