Aspettando Vinitaly 2018

Aspettando Vinitaly 2018

Come nasconderlo? Le attese di tutto il comparto enologico sono concentrate sulla grande kermesse del vino, che si svolgerà, com’è consuetudine, a Verona in aprile.

Quest’anno le date scelte sono dal 15 al 18 aprile. Ma già fervono i preparativi. Dopo l’appuntamento di novembre scorso nella cornice dell’Hong Kong Convention and Exhibition Center per l’International Wine & Spirits Fair (IWSF), il più importante appuntamento b2b per il vino in Asia, in occasione di Wine2Wine, un’indagine commissionata da Vinitaly ha reso noto che in 10 anni il trend export del vino italiano nel mondo è cresciuto in valore tre volte più della media dell’intero manifatturiero, più del doppio della gioielleria e quasi il quadruplo rispetto all’abbigliamento e al tessile. Rivelando però ancora alcune ombre, contraddizioni.

Quali?

La recente perdita, a favore della Francia, del primato in valore nel primo mercato import al mondo, gli Stati Uniti, per esempio. Così come la debolezza del Belpaese in Cina (5,6% la quota di mercato nel 2016, contro il 42,3% della Francia) e in quasi tutti i mercati emergenti.

La causa?

Forse massimi imputati sono il nanismo del tessuto imprenditoriale, la ‘crisi di crescita’ dei vini fermi e soprattutto la questione del prezzo medio, dimezzato rispetto a quello del competitor leader, la Francia.

ARTICOLI CORRELATI

2018-02-18T14:27:18+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto