Vino&Arte: il “matrimonio” che muove il turismo

Vino&Arte: il “matrimonio” che muove il turismo

Vino e arte non sono mai andati così d’accordo.

A sondare i numeri di questo matrimonio d’eccezione, il rapporto promosso dal Consorzio di tutela del Gavi e realizzato dal Dipartimento di Economia dell’Università dell’Insubria (Varese). Che fa sapere: sono 276 i progetti censiti in Italia e realizzati in 167 casi da aziende sia vinicole che alimentari, 22 sono invece le Dimore storiche, 37 i musei tematici privati dedicati al Wine & Food oltre a 12 istituzioni e associazioni pubbliche e private.

E dimostrano che cosa?
Che dove c’è arte e vino, il turismo aumenta, gli interessi crescono e il pubblico accorre. Perché in fondo quest’esperienza del bello sia a 360° e lasci addosso un’emozione che non coinvolga solo il palato, ma anche gli occhi, e si fissi a lungo nella memoria.

Così la domanda di turismo enogastronomico decolla. Per il piacere di tutti.

ARTICOLI CORRELATI

2017-05-25T11:43:14+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto