E io pago digitale

E io pago digitale

Credit cards stacked, old credit cards in brown and blue color

E’ cominciata la gara per rendere appetibili i pagamenti digitali. C’è chi li impone per legge, come ha fatto la Corea del Sud, che già dalla fine degli anni ’90 si è “dilettata” ad imporre l’obbligo di pagamenti elettronici per scontrini oltre i 42$, ma anche complesse deduzioni fiscali, come quella del 20% per chi spende almeno il 10% del proprio reddito con carte, oltre ad indire una “lotteria degli scontrini nazionali” per commercianti e consumatori.

La strategia ha funzionato visto che la Banca centrale coreana ha calcolato che ormai soltanto il 20% dei pagamenti avviene in contanti, a fronte di una quota che raggiungeva il 95% nel 1999. Né ci si ferma qui: la nuova sfida si chiama coinless Korea e mira ad eliminare le monete entro il 2020.

Succederà anche da noi?

ARTICOLI CORRELATI

2018-12-11T17:39:11+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto