La parola fatica ad essere accettata persino nei dizionari, a dimostrazione che l’agricoltura al femminile incontra ancora molti freni nella sua discesa ….in campo. 

Eppure le agricoltrici esistono, eccome! E costituiscono anche, dalla notte dei tempi, una delle forze motrici di quello straordinario quanto impegnativo lavoro di rendere la terra fertile e farla crescere, progredire, senza violarla.

Ma come può l’altra metà del cielo a far emergere la dignità del proprio impegno, profuso di stagione in stagione, con uno sguardo attento all’arte antica senza mai dimenticare la dimensione del futuro, dell’aggiornamento, della formazione, della preparazione in tema di agricoltura?

A portare la voce delle agricoltrici ci pensa l’Associazione Donne in Campo.

Nata a Roma tre anni fa, come “costola” della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), l’associazione Donne in Campo vanta una sede nazionale nella Capitale, ma è presente a tutti i livelli (regionale, provinciale, interprovinciale) con ampia diffusione sul territorio.

Tra gli scopi che si prefigge, “promuove l’imprenditorialità femminile, sostiene reti imprenditoriali di donne, assiste e forma modelli o alleanze di imprenditrici e idea iniziative miranti a migliorare le abilità e le capacità delle donne nelle zone rurali e a favorirne l’inserimento negli organi direttivi di imprese e associazioni”.

 

Per info: www.donneincampo.it

Email: donneincampo@cia.it.

Tel 06/32650447