Erasmus? Sì, ma per lavoro

Erasmus? Sì, ma per lavoro

 Visto che ha funzionato così bene dal suo esordio sulla “scena universitaria”, perché non trasferirlo anche nel mondo del lavoro?

 

Ed è così che l’Erasmus, il progetto che porta gli studenti all’estero, si estenderà ora anche alla professione. L’idea si presenta allettante: Trecento euro per i colloqui all'estero, fino a 1200 per i trasferimenti. E arriva il "diploma comune" valido in più Paesi. Borse di studio per 2,2 milioni di studenti. Finanziamenti ampliati del 70%. E non resta che capire se potrà avere vantaggi anche a livello previdenziale.

 

ARTICOLI CORRELATI

2016-11-23T10:51:34+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto