Quale integrazione scegliere: piccoli consigli pratici

Quale integrazione scegliere: piccoli consigli pratici

Superate la rabbia, l’incredulità, qualcuno pure la bile, archiviate le proteste e i malumori, alla questione “pensione” ci si avvicina ora con più razionalità e concretezza.

Merito dell’offerta da parte di società a questo deputate che si va chiarendo e anche della certezza che a far da soli (rispetto a Inps & co) si fa meglio.

Tuttavia l’apporto di un esperto è utile, utilissimo, per non dire indispensabile. L’epoca del “bricolage pensionistico” insomma va archiviata. Perché se sia meglio un PIP o un fondo differente, se la rata vada fissata o invece resa flessibile, se sia meglio la rendita o il capitale, beh, sono tutti aspetti tecnici che solo chi è nella professione può maneggiare con attenzione. Esattamente come non montereste mai da soli una vasca nel bagno di casa…

ARTICOLI CORRELATI

2017-06-26T08:52:44+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto