Sgravi per i giovani& co, e se si cominciasse subito ad accantonare per il futuro?

Sgravi per i giovani& co, e se si cominciasse subito ad accantonare per il futuro?

Più assunzioni nel 2018, si legge qua e là, contributi dimezzati per i primi due o tre anni, tetto a 3250 euro e limite di età a 29 anni. Insomma l’idea è che questi giovani un lavoro lo trovino e per davvero. Un lavoro che non costi troppo a chi li assume e garantisca loro di cominciare a versare i contributi.

Già… ma va detto subito che non è e non potrà essere abbastanza. Oggi parlare di lavoro significa immediatamente pensare a previdenza. Una previdenza integrativa che deve partire in sincronia con l’impiego. Anche se è il primo. Anche se ha una scadenza.

 

ARTICOLI CORRELATI

2017-08-24T09:53:10+00:00
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Leggi di più | Accetto