Pouring wheat grain into tractor trailer after harvest in summer

Può sembrare un paradosso, ma l’Italia, tra i big come produttore mondiale di grano, ha bisogno comunque di importarne vista l’immane quantità di pasta made in Italy. Le 4,2 milioni di tonnellate annue stimate per il 2018 insomma impongono un import. La stima è che il 30/40% della materia prima lavorata in Italia sia insomma di importazione straniera. Ma a causa del glifosato il Canada è stato escluso dalla lista degli importatori.

La Coldiretti ne ha fatto una giusta sacrosanta battaglia e un vessillo. Risultato?

Per la prima volta tra agosto 2017 e luglio 2018 le importazioni di grano dal Canada sono crollate di oltre il 50%.