C'è un settore agricolo italiano che sta facendo parlare con sempre più forza di sé: l'Italia dei cereali.

E di un cereale in particolare, ossia il mais Nostromo, varietà recuperata grazie alle ricerche dell'Istituto sperimentale di cerealicoltura di Bergamo.

Coltivato in circa 200 aziende tra Veneto, Piemonte e Lombardia, il mais Nostromo rappresenta il vero asso nella manica del successo della birra italiana più conosciuta al mondo: la Nastro Azzurro, premium di casa Peroni. Che ha ottenuto una autentica ovazione all'estero.

Tra i segreti, anche Il modello "dalla terra alla tavola", forte nello stabilimento padovano che produce l'invidiabile "bionda".