Ci aveva già pensato Mario Monti, nel 2012, ma finalmente, dopo due anni, l'idea diventa realtà. A settembre saranno ben 5500 i terreni messi all'asta del demanio, in vendita o in affitto. Se l'offerta è rivolta a tutti, saranno però i giovani under 40 ad avere un occhio di riguardo. A cominciare dai mutui a tasso zero.

Il sistema scelto sarà quello dell'asta online, asta pubblica solo per i lotti di valore superiore ai 100mila euro.
Queste a grandi linee le coordinate del decreto "terre vive", che dovrebbe intrecciare poi le sorti, non ancora definite (si parla del 22 agosto), di "Campolibero", il pacchetto agricolo del decreto competitività, in cui si prevede per gli under 35 anche la detrazione del 19% del canone di affitto.
Insomma la terra chiama i giovani.