Saranno sempre più in forza nelle nostre campagne, ottimo supporto e facilitatore del lavoro umano. I droni ormai “pensano verde”,

La loro duttilità li vede in prima linea anche per sostenere un approccio più “eco”. Se la strategia più conosciuta per il loro impiego è la così detta precision farming (agricoltura di precisione), cioè per ottimizzare la resa dei terreni con specifici strumenti di monitoraggio- grazie a sensori, sistemi gps e simili, oggi a loro viene affidata anche la diagnosi per identificare le criticità delle aree, così da suggerire i sistemi di irrigazione più opportuni come quelli legati alla distribuzione di fertilizzanti o anti infestanti.

Con una riduzione dei costi, degli errori e buona pace dei portafogli.