Sempre più prodotti dell’agroalimentare italiano meritano il “blasone”. A dirlo l’Istat, che, in un rapporto recentissimo, ci parla di una crescita a 360° del settore.

L’Italia si conferma il primo Paese per numero di riconoscimenti Dop, Igp e Stg conferiti dall’Unione europea.

I prodotti agroalimentari di qualità riconosciuti al 31 dicembre 2016 sono 291 (13 in più sul 2015); tra questi, quelli attivi1 sono 279 (95,9% del totale).

Due le regioni sul podio per Dop e Igp: Emilia-Romagna e Veneto (rispettivamente 45 e 38 prodotti riconosciuti).

I settori con il maggior numero di riconoscimenti sono: Ortofrutticoli e cereali (110 prodotti), Formaggi (52), Oli extravergine di oliva (45) e Preparazioni di carni (41); Carni fresche e Altri settori comprendono, rispettivamente, 5 e 38 specialità.

Per il piacere del palato e della bilancia commerciale…