Promosso già prima ancora di nascere. Sembrano queste le stime e previsioni sulla vendemmia 2013, che promette una buona annata.

E Coldiretti… dà i (primi) numeri: attesi 42 milioni di ettolitri, 3% in più del 2012, la produzione sarà destinata per oltre il 40%  ai 331 vini a denominazione di origine controllata (Doc) e ai 59 vini a denominazione di origine controllata e garantita (Docg), il 30 per cento ai 118 vini a indicazione geografica tipica (Igt) riconosciuti in Italia e il restante 30 per cento a vini da tavola. La produzione di vini bianchi quest'anno dovrebbe superare leggermente quella dei rossi.

Una nota dolente, tra le cautele generali e in attesa degli aggiornamenti costanti, rimane: l’aumento dei costi di produzione, dovuto all'andamento climatico primaverile, con situazioni di maggior rischio di fitopatie nei vigneti.