A sentire le previsioni non è tutto così roseo…

Standard and Poor’s, la più rinomata agenzia di rating, ha fatto sapere infatti che se è vero che in Europa, nei prossimi due anni, le quotazioni continueranno a salire, accadrà però a un ritmo meno intenso del previsto.

Ma, ed è la parte peggiore per noi, la sola eccezione nel quadro generale viene proprio dall’Italia. Dove sono previsti cali quest’anno dello 0,9% e dello 0,4% per il 2020.

Bisognerà attendere il 2021 per ottenere un segno positivo.