Così sembra, in Italia almeno. Mamma&lavoro non s’ha da fare… A confermare nero su bianco un sentore che già si aveva e che, con la pandemia si è esasperato, è stato l’Ispettorato nazionale del lavoro.

Dalla relazione sull’occupazione femminile relativa al 2019 emerge infatti che 37 mila lavoratrici si sono volontariamente dimesse. Con un gap di genere impressionante: su circa 51 mila abbandoni infatti il 73% ha la firma di una donna. Madri, di solito. Più della metà in attesa o appena nato il primo figlio.

Questo evidenzia con sempre più urgenza l’importanza di politiche di welfare, che anche dal mondo assicurativo si sono attivate e che devono davvero “dilagare” per garantire alla compagine sociale la forza e la determinazione delle donne non solo dentro case e famiglie. Altrimenti, che mondo sarebbe?