Lo si è letto un po' dappertutto,: il Veneto è fuori dal tunnel. Il tunnel, s'intende, di un'economia stagnante, lenta, e smemorata… se, com'è sempre stato, infatti qui l'economia è traino e principio di vita, etico, morale.

E questi i dati: l’indagine VenetoCongiuntura di Unioncamere Veneto, relativa al primo trimestre 2015, ha rilevato come la produzione industriale abbia conosciuto un incremento oltre le attese del +1,7% su base annua. La variazione congiunturale destagionalizzata è stata del +0,8% (era +0,3% nel trimestre precedente). Per quanto riguarda i fatturati, la miglior performance è ascrivibile alle grandi aziende (+4,2%) e medie imprese (+2,5%); le micro registrano un +1,7% mentre le piccole sono stazionarie (+0,3%). Positivo anche l’andamento delle vendite all’estero con un +2,5% (era +5,2% nel trimestre precedente), che si affianca alla crescita delle vendite nel mercato interno (+1,3%, era +0,6% lo scorso trimestre). Il fatturato estero è risultato positivo per quasi tutte le dimensioni di impresa, in particolare per le micro imprese (+4%). 

 Insomma con i numeri ci siamo.

Quello di cui si ha bisogno ora, però, dopo tanto logoramento e fatica, è che il clima di fiducia che si sta instaurando non venga deluso.