Nessuno vorrebbe doverci pensare, parlarne. E invece è solo attraverso logica e prevenzione che si mantiene la calma…

Una domanda va fatta prima di tutte e riguarda la tutela e gli indennizzi spettanti ai lavoratori a seguito di positività al virus:

Di che natura è la protezione?

Si tratta di una problematica che, in particolare nel settore sanitario, ha causato diversi corto circuiti. Sono lavoratori che, oltre ad essere stata la più colpiti da questa pandemia, hanno dovuto affrontare uno sforzo straordinario.

L’INAIL, per assicurare un maggior sostegno sociale e una maggiore protezione del lavoratore, ha adottato una interpretazione molto ampia del concetto di infortunio, sino ad estenderlo a fenomeni da contagio da virus, questo anche alla luce dei noti vuoti di tutela offerti in ambito di malattia.

Dal punto di vista assicurativo invece, non trattandosi di una causa “fortuita, violenta, esterna” necessaria per configurare un infortunio, la copertura della malattia infettiva rientra tipicamente nelle assicurazioni malattia.

UnipolSai ha inoltre, a maggior tutela dei suo assicurati, applicato una importante estensione alla garanzia malattia “indennità giornaliera da ricovero” estendendo la copertura anche ai giorni di quarantena trascorsi presso il domicilio a seguito di positività da Covid 19. Garantendo così un sostegno economico anche il assenza di ricovero, come per fortuna succede nella maggior parte dei casi.

Nonostante i crescenti rischi per la nostra salute, l’Italia si conferma fanalino di coda per la stipula di assicurazioni salute, in particolare nel quinquennio 2013-2018 i premi relativi al ramo malattia si attestavano all’8,3% della raccolta premi totale del ramo danni, di cui solo un 31% relativo a sottoscrizioni individuali, il resto proveniente da assicurazioni collettive.

Noi di Fasoli e Fontana abbiamo a cuore la salute dei nostri clienti e le nostre soluzioni assicurative ci permettono di proteggerla a 360°, i nostri consulenti sono sempre a tua disposizione per illustrarti come.