Con il cibo non si scherza. E le sanzioni si fanno, finalmente, più dure.

A inizio dicembre il consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge su nuove norme per i reati agroalimentari del ministero della Giustizia. Frutto di un lavoro congiunto con il ministero delle Politiche agricole, il testo inserisce nuovi reati come l’agropirateria e il disastro sanitario.

Una novità assoluta che prevede nel caso di adulterazioni che provochino lesioni gravi e morti la reclusione fino a 18 anni.

Era ora!