Se la scelgono è perché rappresenta uno degli strumenti remunerativi più solido, sicuri e stabili. Così in Francia il risparmio sotto forma di polizze vita ha conosciuto dall'inizio dell'anno la massima preferenza. Un miliardo di euro in più nel solo mese di giugno, tanto per capirci. Merito della politica fiscale che promette di non modificare la pressione su questa tipologia di investimento, certo. Ma non solo: l'offerta si sta sempre più articolando per rispondere a tutte le esigenze, il consulente assicurativo è una figura di riferimento e si ricorre a questo strumento anche per rafforzare la propria posizione economica, di fronte all'instabilità del sistema pensionistico, per sè e per la famiglia.

Insomma una strategia differente per pensare comunque al futuro.