Qualche volta andare in controtendenza non è poi così male. Soprattutto se si segue la formica e si lascia indietro la cicala.

Allora a chi non ha voglia di tuffarsi nel solito calderone delle vacanze estive, a chi non se la sente di confrontarsi con prezzi alle stelle che fanno sfumare in pochi giorni la fatica di mesi, o a chi le ferie quest’anno le rimanda, quest’anno ci sentiamo di consigliare, anziché chiudersi in una specie di apatia/delusione, di investire nel futuro.

E farlo con un mini/medio/maxi piano di previdenza integrativa, a rata fissa dell’entità che decidete voi, con la facoltà di interromperlo quando volete o anche solo di sospendere la rata.

 

Ma intanto progettate…le vacanze del futuro.