Sono 15 milioni ogni giorno, secondo le stime dell’Istat. È questo l’identikit dell’esercito dei pendolari dopo la pandemia, che ha “falcidiato” i viaggi in treno, in autobus, in condivisione. AutoScout24 ci fa sapere che l’auto, infatti, è il mezzo privilegiato, coprendo il 90% del campione.

Insomma le quattro ruote sono la scelta preferenziale, anche se incide sul bilancio di chi si sposta per lavoro e per studio. Un popolo di abitudinari per necessità, che tuttavia dichiara di apprezzare il tempo trascorso in solitaria. La percorrenza, che prevede in media 5 o 6 spostamenti a settimana (per il 51% degli intervistati), è di circa 80 km tra andata e ritorno. 80 i minuti e quasi 200 euro al mese. L’86% lo fa da solo -, ma è una condizione che non vogliono cambiare. Insomma l’auto come luogo protetto. E allora meglio che lo sia anche con una polizza ben studiata.